Archivio | aprile 2011

Firma per dire NO ai cosmetici testati su animali

clicca sul banner e firma la petizione

Nonostante la chiara posizione contraria dell’opinione pubblica e i divieti già esistenti, la Commissione Europea ed il Parlamento Europeo stanno prendendo invece in considerazione un possibile slittamento di tale data.

Annunci

Un sogno chiamato Amore.3

  • Accarezzare il vento

In mezzo a quella gente sconosciuta si sentiva un’estranea in casa sua, non riusciva nemmeno a mettere a fuoco i vari volti e vagava tra loro come un fantasma, in cerca di uno specchio per vedere se realmente esisteva oppure anche lei era un’immagine confusa tra i colori del giorno.. ma poi uno sguardo incrociato con naturale casualità  le donò una forma precisa, scolpita dai battiti del suo cuore come lo scalpello in mano allo scultore scolpisce la pietra lei prese vita.. lui era vero, nitido, non era astratto come tutti gli altri.. tra i rumori delle chiacchiere altrui restava solo un correre frenetico di un cuore in un silenzio innamorato.. ecco lui che la conosce può vederla così come lei che conosce lui può vederlo, non è un gioco d’illusioni è vedere oltre quello che vedrebbe chiunque, è sentire con un cuore soltanto loro, toccare il vento che non ha forma e sentirne tutta la sua presenza.. non aveva dubbi che quello che sentiva e gli altri non vedevano era reale..

 

Lui: Mi piace ascoltarti.. credo che a chiunque piacerebbe..

Lei: Non riesco a parlare così apertamente con tutti!

Lui: Sei timida!

Lei: Non è solo questo.. a te voglio mostrare quella che sono.. farmi vedere in ogni mia più piccola sfumatura, senza nascondermi o mascherare emozioni e sensazioni..

Lui: Nuda e cruda?^^

Lei: Fai pure lo spiritoso u.u ma sono i sentimenti che provo per te che mi spingono a farti vedere semplicemente quella che sono.. senza difese ma con la voglia di farmi scoprire..

Lui: Non merito tutto questo..

Lei: Ma non potrei fare altrimenti..

Lui: Però non voglio che questo esaurisca tutte le tue forze..

Lei: Non accadrà perchè è anche questo che mi da forza..

Lui: Dovrei fidarmi? u.u

Lei: Il bello del cuore è che non c’è un limite d’amore che può elargire!

Lui: Il tuo cuore sicuramente ha una riserva infinita!

Lei: Non saprei.. prima d’incontrare te certe cose nel mio cuore non le avevo mai sentite..

Buona Pasqua!

Nei miei sogni ho immaginato

un grande uovo colorato.

Per chi era? Per la gente

dall’Oriente all’Occidente:

pieno, pieno di sorprese

destinate ad ogni paese.

C’era dentro la saggezza

e poi tanta tenerezza,

l’altruismo, la bontà,

gioia in grande quantità.

Tanta pace, tanto amore

da riempire ogni cuore.

Il mio quarto di secolo..

E così ieri ho compiuto 25 anni.. caspita a pensarci bene è un quarto di secolo ^^ me l’hanno detto in tanti ieri, soprattutto per farmi sentire carinamente vecchia u.u ma forse non è la vecchiaia a spaventarmi quanto il tempo che sembra volare soprattutto superata una certa età.. io poi, non voglio crescere, ormai lo ripeto ogni anno, vorrei tornare indietro, per vari motivi, e soffierei via l’arrivo della mia data di nasciata come si soffia via la polvere su un vecchio libro, ma a poco servirebbe temo.. e così il tempo passa.. questo è il secondo anno che tra i volti amici manca uno dei più importanti, anche se so che il suo spirito è qui con me.. tuttavia non posso ancora dire di essermi abituata alla sua non presenza fisica.. Continua a leggere

Un sogno chiamato Amore.2

  • Il mare calmo

Guardava scorrere il tempo, lentamente, come si trovasse in mezzo al mare.. nessuna barca all’orizzonte, niente nuvole nel cielo, nemmeno il sole affacciato sul pelo dell’acqua.. un mare calmo in apparenza, quel mare che le faceva tanta paura e che invece lui amava tanto.. ma sotto quel mantello liquido cosa si nascondeva? lo sguardo non riusciva ad oltrepassare quei bui abissi ma lei sapeva, mostri nascosti dormivano cheti in attesa della notte per uscire a caccia, e lei lì, da sola, nessuno a proteggerla, facile preda.. guardava inerme e aspettava..

 

Lei: Sono bella.. a volte le mie paure mi impediscono di vederlo..

Lui: Si sei bella e dolce!

Lei: Però non basta..

Lui: Per cosa?

Lei: Per essere felice..

Lui: Ma perchè non ti impegni abbastanza!

Lei: Forse perchè il mio cuore e la mia testa vanno in due direzioni opposte!

Lui: Di alla testa di mettere il cuore in valigia e portarselo dietro!

Lei: E’ così che fai tu?

Lui: Più o meno..

Lei: E chissà quando si aprirà quella valigia..

Lui: Ti preoccupa?

Lei: No non mi preoccupa quando.. ma chi l’aprirà!

Lui: Non puoi farlo tu..

Lei: Appunto

Nail mania

Se c’è una cosa che mi piace molto sono le unghie lunghe e ben curate, possibilmente decorate; da bambina le mangiavo sempre le mie poi ho iniziato a notare che crescevano bene e senza troppi problemi, averle lunghe mi piaceva molto, così ho cominciato a curarle di più.. all’inizio usavo sempre colori chiari e mi facevo spesso il french, a volte capitava che altre ragazze mi chiedessero se erano veramente le mie oppure erano finte.. col tempo ho voluto provare colori sempre nuovi finchè poi  mi sono innamorata dei colori scuri.. ma ancora non ero del tutto soddisfatta e così ho iniziato a sperimentare combinazioni di colori e ad utilizzare adesivi per unghie.. ma anche se ce ne sono davvero di bellissimi, anche questo a lungo andare non mi soddisfaceva abbastanza, poi girovagando in rete si vedono così tante belle decorazioni che un giorno che mi sono ritrovata per le mani un pennellino con una punta molte fina mi sono detta devo provarci, ed ho iniziato a combinare qualcosa..

Ho deciso di mostrarvi la mia diciamo “nail art” (anche se non sono una grande artista) inserendo sul blog le cose fatte e quelle che man mano farò!

  • Iniziamo con una creazione di questo inverno con l’aggiunta di adesivi:

 

Continua a leggere

Un sogno chiamato Amore.1

  • La bambina con la gonna rossa

Era una bambina felice la bambina con la gonna rossa.. nelle pieghe di quella gonna lasciava scivolare i giorni e il suo cielo, assolato o nuvoloso, era sempre un bel cielo.. poi è cresciuta e quella gonna non l’ha messa più..

ora guarda la sua vita come fosse un puzzle immenso e da costruire, i pezzi sparsi ovunque, molti persi tra gli angoli che il tempo nasconde nel buio e molti forse non li troverà mai.. una sola consapevolezza, che ormai i suoi sogni hanno tutti lo stesso sapore, lo stesso senso di solitudine e di smarrimento, alla ricerca di un sentimento che molto spesso sembra solo un sogno..

 

Lei: Il primo fiore che raccolgo ogni mattina penso subito di donarlo a te.. ti farebbe piacere?

Lui: Non puoi donarmi un fiore, siamo troppo lontani, dovresti donarlo a qualcun altro..

Lei: Lo so ma.. tu non lo vorresti?

Lui: Non è questo, lo vorrei ma non posso averlo, quindi non ci penso..

Lei: Non dovrei pensarci..?

Lui: Esatto!

Lei: Potrei donartelo col pensiero..

Lui: Non serve..

Lei: Mi farebbe piacere!

Lui: …

Lei: Non insisto.. Ma non sembri contento..

Lui: Ovvio, niente va come vorrei..

Lei: Non ci pensare!

Lui: E come?

Lei: Non saprei trova il modo, qualunque modo, come trovi il modo di non pensare al fiore..

Lui: Non è la stessa cosa, questa vita non mi soddisfa come faccio a non pensarci..

Lei: Non poterti dare un fiore, un bacio, un semplice abbraccio non mi soddisfa..